Baby food.

Mi piacciono quelle storie che iniziano con la nascita di un bambino, per affinità. Come io ho iniziato a scrivere questo blog dopo la nascita di Olivia, e ispirata da lei, ci sono marchi di successo nati per lo stesso motivo.

Quando la figlia di Helle e Junichi, all’età di due anni, pronunciò la sua prima parola guardando una camelia rosa dalla finestra, “hana” in giapponese e “blomst” in danese, nacque l’idea di questo marchio che unisce due culture nell’armonia. Helle e Junichi fecero anche di più, vollero che HanaBlomst (www.hanablomst.com) riflettesse il carattere unico e la bellezza della bambina.

Sono spesso scelte di marketing le parole usate per descrivere marchi, prodotti e le loro filosofie, ma come mamma so che un bambino può e deve essere un’immensa, infinita fonte d’ispirazione. Può dare slancio ai nostri sogni e farli diventare veri.

Pochi e piccoli oggetti per la pappa di tutti i giorni, colorati e romantici, sono i piattini, le bowl, la mug, le posate e il bento di HanaBlomst.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...