Two days in Torino.

IMG_1685 (Medium)

B&B Magazzini San Domenico (nelle foto sopra e sotto).IMG_1686 (Medium)IMG_1696 (Medium)IMG_1704 (Medium)

Palazzo Reale (sopra)

IMG_1708 (Medium)

One Apple (sopra).

IMG_1742 (Medium)

Rural (sopra e sotto)IMG_1740 (Medium)IMG_1716 (Medium)IMG_1720 (Medium)

Museo Nazionale del Cinema (sopra e sotto)IMG_1845 (Medium)IMG_1843 (Medium)IMG_1762 (Medium)

Colazione (squisita!) ai Magazzini San Domenico.

IMG_1783 (Medium)

Gallerie di Torino (sopra), sulla dx. il Caffè Baratti.

IMG_1794 (Medium)

Eataly (sopra e sotto)IMG_1799 (Medium)IMG_1817 (Medium)

Store della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (nelle foto sopra e sotto).IMG_1820

Due giorni a Torino sono iniziati e finiti con il sole. E ci hanno trasportato indietro, avanti e fuori dal tempo.

Indietro nel tempo tra vecchi caffè e palazzi storici, come Palazzo Reale in Piazza Castello dove si trova anche il famoso Caffè Baratti, Piazza San Carlo e Piazza Vittorio Veneto, ma anche al Parco del Valentino dove fare lunghe passeggiate nel verde lungo le rive del Po.

Avanti nel tempo nell’ambiente nuovo e dall’atmosfera internazionale di Eataly, dove comprare e mangiare tutto il miglior cibo made in Italy. Ma anche alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, presso il Lingotto, che accoglie 25 opere dal Settecento alla metà del Novecento, all’interno dello “scrigno” progettato da Renzo Piano.

E fuori dal tempo nelle atmosfere irreali e fantastiche del Museo Nazionale del Cinema all’interno della Mole Antonelliana. Il museo racconta la storia dei primi modi di riprodurre immagini in movimento attraverso macchinari interattivi molto adatti anche ai bambini. Offre una sezione dedicata ai film che hanno fatto la storia del cinema divisi per generi, oltre ad un affascinante visione dell’interno della cupola della Mole, che lascia davvero senza fiato e al centro della quale sale l’ascensore che va in cima al tetto, da cui si osserva il panorama della città. Se andate al Museo, non perdete l’occasione di gustare una piadina a La Piè, piadineria proprio davanti all’entrata del museo.

Abbiamo dormito in un centralissimo e accogliente B&B, i Magazzini San Domenico, veramente nel cuore della città, mangiato al Rural, ristorante del Pastificio de Filippis, e al One Apple, bar e ristorante dall’atmosfera metropolitana e cosmopolita. Tutti posti da provare.

Abbiamo provato emozioni intense e diverse, che si provano solo quando siamo lontani da casa, quando i nostri occhi e i nostri sensi si possono beare di nuove esperienze, quando i nostri corpi sono più ricettivi, più pronti, quando i pensieri fluttuano leggeri, lontano da i problemi di tutti i giorni.

Una piccola fuga ce la meritiamo tutti, ogni tanto. Ci rigenera e ci purifica, corpo, anima e cervello. Pronti ad un altro “via!”.

by oliveemiele

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...